Perchè non sei stato richiamato dopo il colloquio

Ti sei premurato di fare un bel curriculum, bello, completo, con tutti i dettagli, con una bella foto, con magari tante esperienze, tanti studi, hai fatto anche lo stage di formazione, durante il quale hai dato tutto, eppure, ancora adesso, sono mesi che aspetti che qualcuno ti chiami.

Evidentemente c’è qualcosa che non è andato per il verso giusto, ma allora, qual è il motivo per cui non sei stato richiamato?

Ci sono un mondo di variabili alle quali è appeso il tuo destino da animatore, ma per capire da che cosa dipende la tua assunzione bisogna prima andare a capire che cosa cercano le agenzie di animazione.

Procediamo con ordine : un agenzia di animazione di ricerca quelle figure che facciano sì che lo staff risulti variegato e funzionale, sia dal punto di vista estetico che dal punto di vista tecnico (o almeno questa è la loro intenzione).

Questo vuol dire che in un’équipe di 12 animatori, quindi uno staff medio, ci vorranno per esempio :

1 Capo équipe

1 Responsabile diurno

1 Coreografo

1 DJ tecnico

3 Mini club

2 Fitness

2 Sportivi

1 Junior club

Consideriamo sempre che difficilmente uno staff sarà già formato interamente ad inizio stagione e che almeno la metà dell’equipe sia formata da animatori che già hanno lavorato l’anno precedente.

Già a questo punto il cerchio si restringe.

Il primo motivo quindi per cui non siete stati richiamati potrebbe essere che mancano i posti ; vuol dire che all’interno di quello staff serviranno cinque o sei animatori tra i quali potrebbe non essere ricercato il ruolo per cui vi siete proposti. Se vi siete, per esempio proposti, per il miniclub e ci sono tre posti in totale, magari questi sono occupati dalle tre ragazze che hanno già lavorato l’anno prima.

Generalmente le agenzie trattano più di un solo villaggio a cui assegnare uno staff, per cui quando ricercate un’agenzia animazione per cui lavorare informatevi anche su quante strutture hanno, così da sapere anche quante possibilità avete di entrare.

Questo si traduce nel fatto che, possibilmente, il motivo per cui non siete stati presi é legato al ristretto numero di posti disponibili.

Si potrebbe contestare che agli stage di formazione vengano invitate più persone di quelle effettivamente necessarie. Il motivo è ricercabile nel fatto che le agenzie d’animazione vogliono “tenersi larghe”, cioè vogliono fare venire più candidati del necessario nello stesso ruolo per avere più scelta alla fine dello stage. Scegliere tra quelli più bravi o per essere pronti nel caso in cui qualcuno se ne dovesse andare durante la stagione in modo da avere il rimpiazzo pronto.

Un altro fattore decisivo potrebbe essere relativo al genere.

In un’équipe bisogna equilibrare il numero di uomini e donne perché, soprattutto per una questione di spettacoli, è facile capire che, prendendo sempre l’esempio di in una équipe di 12 animatori, se 7 animatori sono maschi significa che le altre 5 dovrebbero essere femmine. Considerando che non è da prendere per scontato che tutte e 5 ballino, almeno 4 dovrebbero, il che è il minimo sindacale per fare un balletto a tema solo femminile (Un balletto di Moulin Rouge o un burlesque, per esempio).

Questo vuol dire che se tu sei un animatore maschio e ti proponi per il mini club, anche se il posto dovesse essere disponibile, con tutta probabilità verrebbe preferita una ragazza.

Un altro fattore potrebbe essere estetico:

Per essere politicamente corretti nessuno ne parla ma è un dato di fatto.
L’aspetto estetico conta; non è fondamentale, ma bisogna ricordare che il lavoro da animatore è un lavoro a contatto con la gente, un lavoro d’immagine in cui gli animatori sono sotto l’occhio di tutti, un pò come l hostess al Motorshow. In certe situazioni molti ospiti vogliono qualcosa di bello da guardare, specialmente sul palco.

Questo non significa che non siete stati chiamati perché non siete belli ma perché magari in quell’équipe di 12 animatori in cui ci sono quattro o cinque posti liberi, gli animatori presenti non sono particolarmente avvenenti, per cui l’esaminatore vorrà aggiungere un “elemento estetico”.

Un altro motivo potrebbe riguardare il vostro comportamento allo stage di formazione : anche se avete completato lo stage, questo non significa che verrete presi al 100% per la stagione poiché dovete sapere che difficilmente si viene mandati via durante una stage di formazione.

Dovreste avere fatto qualcosa di veramente grave (litigato con qualcuno fortemente, arrecato danni materiali consistenti). Insomma : è veramente difficile farsi mandare via.

Gli istruttori o comunque i responsabili dello stage aspetteranno fino all’ultimo giorno per potervi valutare e questo gli fa onore perché vi daranno comunque la possibilità di dimostrare che valete fino all’ultimo momento. C’è però da dire che se durante lo stage vi siete dimostrati dei tipi poco puntuali (si cinque minuti contano), se vi siete dimostrati dei tipi polemici o dei tipi poco rispettosi nei confronti degli istruttori e/o dei vostri colleghi stagisti allora, anche se non vi è stato detto espressamente, il motivo per cui non siete stati presi è quello.

Un altro motivo importante potrebbe essere legato alla vostra disponibilità lavorativa.

Ricordatevi che siete voi che dovete convincere gli istruttori ad assumervi, quindi, dal momento in cui metterete già dei paletti è ovvio che vi starete auto-eliminando. Le agenzie d’animazione ricercano degli animatori che diano il massimo della disponibilità lavorativa, che di solito, nelle stagioni normali, va da Maggio fino a Settembre, più o meno. Questo vuol dire che al vostro datore di lavoro non gliene importerà niente se avrete prenotato un viaggio per fine Agosto con i vostri amici. Questo non vuol dire che non possiate presentarvi con queste richieste, ma è ovvio che dal momento in cui lo farete, le possibilità di essere assunti saranno di meno, ed è perfettamente comprensibile. Ricordate che voi non state facendo un favore a loro con la vostra presenza.

Infine c’è anche il fattore dell’età:

l’animazione turistica è, da che mondo è mondo, un mestiere che è considerato più adatto ai giovani, quindi a ragazzi di 18,19, 20 anni. Questo non significa che non ci possano essere degli animatori di 40 anni, anzi. Ce ne sono tantissimi che lavorano benissimo proprio perché hanno il loro bagaglio di esperienza, perché hanno delle doti tecniche. Le agenzie d’animazione però puntano spesso sul “fattore crescita”, sul fattore formazione, quindi puntano su dei giovani che abbiano un determinato potenziale al fine di farli crescere all’interno della loro azienda, con il loro modus operandi e ritrovarsi quindi in futuro con degli animatori con esperienza nel loro specifico modo di lavorare.

Insomma, i motivi per cui non sei stato richiamato potrebbero essere tra questi, ma vale sempre la pena riprovare.

Non tutte le agenzie hanno gli stessi canoni di selezione!

×